Record details

back   new search  

Record number 101

Bibliographic levelConstituent unit
Document typeHandwritten music
DateUncertain date, 1740-1760
ComposerPorpora, Nicola (1686-1768)
LyricistMetastasio, Pietro (1698-1782)
TitleCantata 11 / [Nicola Porpora]
Musical presentationFull score
Publication[S.l. : copia, 1740-1760]
Physical descriptionC. 72-77. Watermark: not registered.
NotesIl tit. si ricava dall’intitolazione a c. ; il nome dell’A. si ricava dal front. dell’intero manoscritto
Uniform titleOh Dio che non è vero. Cantata
Medium of performance1V,1str: A,bc
Bibliographic repertoriesRISM A II: 400216166 external link
Sutton 1974: 210-211
Tappolet: p. 7
BibliographyBrunelli 1965: II, p. 745
Analytical description1.1: (Recitativo, c)
A: Oh Dio, che non è vero
2.1: (Aria, re minore, 6/8)
A: Quella ferita ch’io porto
3.1: (Recitativo, c)
A: Passano i fiumi e i rivi
4.1: (Aria, sol maggiore, 3/8)
A: Se mi prestasse i vanni
Is part ofCantate (record n. 90)
Poetical text transcriptionOh Dio, che non è vero: ogni gran piaga
Lontananza non sana
Dal suo bene lontana;
Di qual pena ella sia,
Lo sa più che l’altrui l’anima mia.

Quella ferita
Ch’io porto in seno
Non già vien meno;
Ma la mia vita
Mancando va.
Se non m’aita
Qualche speranza,
La lontananza
M’ucciderà.

Passano i fiumi e i rivi
Dal monte al piano e dalla selva al prato,
E di riposo privi
Scorrono querelandosi tra sassi,
Né mai fermano i passi
Se pria coll’onde lor torbide o chiare
Non arrivano a perdersi nel mare.
Così quest’alma amante
Senza pace vivrà la notte e il giorno
Finchè non fa ritorno
All’amato suo nume,
Fatta simile al rio, simile al fiume.

Se mi prestasse i vanni
Il pargoletto dio,
Subito all’idol mio
Volar vorrei.
Allor privo d’affanni
Respirerebbe il core;
E allor l’ali ad Amore
Lo renderei.
 Document image 
CountryItaly
LanguageItalian
ShelfmarkCH-Gpu - Genève - Bibliothèque de Genève
ms.mus.27(11)

   Record by Silvia De Maria