Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 8630

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoTesto a stampa
DataData certa, 1717
Autore del testo per musicaRolli, Paolo Antonio (1687-1775)
TitoloLibro V. IX / Paolo Antonio Rolli
PubblicazioneLondra : per Giovanni Pickard, 1717
Descrizione fisicaP. 150-152. Filigrana: non rilevata.
Titolo uniformeDorilla e che farà.
Repertori bibliografici
Bibliografia
Fa parte diRime di Paolo Antonio Rolli (scheda n. 8278)
Trascrizione del testo poeticoIX
Dorilla e che farà
Di questa tua beltà
Che tanti alletta?
Senza pentirsi un dì,
No non si può così
Restar soletta.
Il tempo giovanil
D'una beltà gentil
Somiglia un fiore:
Campestre e vil sarà,
Se no'l coltiverà
La man d'amore.
Taluno ha nel pensier,
Fuggendo dal piacer,
Fuggir l'affanno.
Se poi stagion passo;
Conosce ma non può
Lasciar l'inganno.
L'amante suo talor
Seguir qual cacciator
La preda viva,
E in tanti affanni suoi
Nè pur la guarda poi
Quando l'arriva.
Gli è vero: ma pur vi ha
Chi presa l'amerà
Come un tesoro,
Faralle vezzi ognor,
Teralla con onor
In gabbia d'oro.
No bella non voler
Combatter coi pensier
Sol per tuo danno.
I giorni del gioir
Per mai più non venir
Fuggendo vano
Cotesta libertà
D'un cor che amor non ha,
Oggi io pur sento:
Un'ozio vil si fa
Che se martir non dà;
Non dà contento,
Brama di gemme d'or,
Desio di vano onor
Non t'incateni:
Mancando, san penar,
Nè te ne puoi saziar
Quando gli ottieni.
Un generoso ardor
D'amore per amor
Esca è dell'alma
Che gli altri scorge andar
In precelloso mar
Quando ella è in calma.
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneA-Wn - Wien - Österreichische Nationalbibliothek
74.R.34 (42)

   Scheda a cura di Bianca Marracino