Record details

back   new search  

Record number 10443

Bibliographic levelConstituent unit
Document typeHandwritten music
DateUncertain date, 1727-1732
TitleCantata a Voce Sola di Contralto
Musical presentationFull score
Publicationcopia, 1727-1732
Physical descriptionC. 9r-12v ; 210x280 mm. Watermark: not registered.
NotesTitolo dall’incipit testuale. Capolettera del titolo ornata. A c. [12v], in fine: «D.M.S.P.S.D.S.AA.»
Uniform titleAmor, se vuoi ch'io torni. Cantata
Medium of performance1V,1str: A,bc
Bibliographic repertories
BibliographyGialdroni-Ziino 2006
Analytical description1.1: (Recitativo, c; A,bc)
Amor, se vuoi ch'io torni
2.1: Grave e staccato (Aria, mi bem. maggiore, c; A,bc)
Ombra orrenda, cruda e fiera
3.1: (Recitativo, c; A,bc)
Vanne, Clori infedele
4.1: (Aria, mi bem. maggiore, c; A,bc)
Fugga pur se può l'infida
Is part ofComposizioni da camera (record n. 10439)
Poetical text transcriptionAmor, se vuoi ch’io torni
Alle vane lusinghe,
Ai finti vezzi di Clori infida,
È pur follia sel credi.
Volgi lo sguardo, e vedi
In quegl’occhi l’inganno,
In quel volto infedel mentito il core.
Un’imago d’orrore
Già mi sembra colei che ascoso in seno
Sembra ancor d’incostanza il rio veleno.

Ombra orrenda, cruda, e fiera
Parmi ogn’or la sua sembianza.

Al suo nome ancor pavento,
Che sel dico o mel rammento
Più lo sdegno in me s’avanza.

Vanne, Clori infedele,
Fuggi da gl’occhi miei
Poiché non voglio
Mai più vederti,
E tu Cupito intanto
Arma, invece di strali,
il tuo fianco di fulmini, e saette
Per far le mie ve[n]dette;
E mentre contro lei vibri la face
Dille che non mai pace
Il suo cor troverà privo di fede,
E che folle sarà chi più li crede.

Fugga pur se può l’infida
Di quel nume la saetta
De’ suoi fulmini il rigor.

E se ancor nel sen annida
Ombra rea di vendetta
Resti oppressa dal dolor.
 Document image Incipit © S. Vito Chietino - Biblioteca privata Lucà Dazio
CountryItaly
LanguageItalian
ShelfmarkI-SVCdazio - S. Vito Chietino - Biblioteca privata Lucà Dazio
Ms. 1 (3)

   Record by Ivano Bettin