Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 9904

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1700-1735
CompositoreMancini, Francesco (1672–1737)
TitoloN. 16 / Cantata à Voce Sola di Soprano del Sig.r Fran.co Mancini
PresentazionePartitura
Pubblicazione[Napoli : copia, 1700-1735]
Descrizione fisicaC. 85-88. Filigrana: non rilevata.
Titolo uniformeParide, o del mio core. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiRISM A II: 850019103
Wright-Mancini: n. 132, p. 377
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, fa maggiore, c)
Paride, o del mio core
2.1: And.te (Aria, re minore, c)
Non c’è forza che corregge
3.1: (Recitativo, sol minore, c)
Ma di Paride priva
4.1: And.te (Aria, re minore, 2/4)
Vieni torna che se tardi
Fa parte diCantate da camera (scheda n. 9055)
Trascrizione del testo poeticoParide, o del mio core
Sospirato tesoro unico oggetto
Se sapessi l’amore
Che per te caro ben nutrisco in petto
Diresti ma che dico
Questi d’un cor pudico
D’un Elena la sposa
De forte Menelao sono l’accenti?
Oh dio che gran tormenti
Pudicitia et amor mi fanno guerra
Ed amor pudicitia abbatte atterra.

Non c’è forza che corregge
Di cupido l’aspra legge
Ch’egli e solo vuol regnar
Né vergogna né rossore
Quando impera il dio d’Amore
Sopra un cor può trionfar.

Ma di Paride priva
Come fia mai ch’io viva
Ahi dal mio ben lontana
In braccio a rio tormento
piango sospiro e già morir mi sento.

Vieni torna che se tardi
Senza te morir dovrò
Vieni o caro e volgi i guardi
Al mio seno al labro ai lumi
Che se fia che mi consumi
più contenta morirò.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Nc - Napoli - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "San Pietro a Majella"
33.3.33 [olim Cantate 28] (16)

   Scheda a cura di ​Giulio Amandorla