Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 9680

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1694-1711
CompositoreBononcini, Giovanni (1670-1747)
Autore del testo per musicaStampiglia, Silvio (1664-1725)
CopistaLanciani, bottega
TitoloDel sig.r Bononcini [Di me che fia l'anima mia]
PresentazionePartitura
Pubblicazione[Roma : Copia di Lanciani, bottega, 1694-1700]
Descrizione fisica. Filigrana: non rilevata.
Note generaliAria di Martia in Tullo Ostilio (II,13), Roma, 1694. Il libretto è una rivisitazione operata da Silvio Stampiglia sull'omonimo testo di Adriano Morselli. Cfr. "Al lettore" nel libretto del 1694.
Titolo uniformeTullo Ostilio. Di me che fia l’anima mia. Aria, 1V,1str., S,bc
Repertori bibliograficiRISM A II: 703001116
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Aria, 3/8; S,bc)
Martia, Di me che fia l'anima mia
Fa parte diComposizioni vocali da camera (scheda n. 9666)
Trascrizione del testo poeticoDi me che fia l’anima mia
Sento, che al core dicendo va
lo chiede il core al Dio d’Amore
Ma gli risponde che non lo sa.

Eche saria la gelosia
Se l’idol mio fosse infedel
Ogn’hor mi brama
Suo ben mi chiama
E pur la provo così crudele.
 Document image © Bruxelles - Conservatoire Royal, Bibliothèque
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneB-Bc - Bruxelles - Conservatoire Royal, Bibliothèque
577 [olim FA IV 21] (6)

   Scheda a cura di Maria Costanza Solazzo