Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 9603

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1695-1735
CompositoreMancini, Francesco (1672–1737)
TitoloMira come t'inganni / Cantata a voce sola Del sig. / Francesco Mancini
PresentazionePartitura
Pubblicazione[s.l. : copia, 1695-1735]
Descrizione fisicaP. 97 - 111. Filigrana: non rilevata.
Titolo uniformeMira come t'inganni. Cantata, 1V,1str., S,bc
Repertori bibliograficiRISM A II: 703002706
Wright-Mancini: p. 369, n. 116
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, c)
Mira come t'inganni
2.1: (Aria, mi bem. maggiore, c3/8)
La lontananza
3.1: (Recitativo, c)
Risolvi dunque o core
4.1: Largo e amoroso (Aria, mi bem. maggiore, c; S,bc)
È soave e pur dolce il penare
Fa parte di6 Cantate (scheda n. 9594)
Trascrizione del testo poeticoMira come t’inganni
Fortunato mio cor
Tu credevi lontano dal tuo bene
Sfuggir tutte le pene
Vedo poi ch’a tuo danno
In una lontananza
Sol di pochi momenti
S’accrescono i sospiri e i patimenti.

La lontananza
A un cor amante
Accresce sempre
Il suo dolor.
È la costanza
D’un fido cor
Se lungi spira
Dal suo tesor.

Risolvi dunque o core
Già che viver non puoi
Lungi dalla beltà per cui ti struggi
Fissar Aquila Amante
In quel sole i tuoi lumi
E goder lo splendor di quel sembiante
Sì vicino a quel volto
Distruggiti mio cor a poco a poco
Che se dovrai morire
Morirai qual farfalla intorno al foco.

È soave e pur dolce il penare
Se si pena per vaga beltà
Gran contento è il dover sospirare
Per sì vaga e sì rara bellezza
Che se parla se finge o disprezza
Nelle pene gioire ti fa.
 Document image © Bruxelles - Conservatoire Royal, Bibliothèque
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneB-Bc - Bruxelles - Conservatoire Royal, Bibliothèque
15324 (5)

   Scheda a cura di Margherita Marocco