Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 9189

Livello bibliograficoMonografia
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1700-1740
CompositoreBononcini, Giovanni (1670-1747)
TitoloCantata del Sig.r Bononcini [Luci siete pur quelle]
PresentazionePartitura
Pubblicazione[s.l. : copia, 1700-1740]
Descrizione fisica1 partitura, 7 p. ; 210x275 mm. Filigrana: non rilevata.
Note generaliIn Hanley la cantata viene attribuita, con formula dubitativa, ad Alessandro Scarlatti (cfr. Bibliografia)
Titolo uniformeLuci, siete pur quelle. Cantata, 1V,1str., A,bc
Repertori bibliograficiRISM A II: 703000446
BibliografiaHanley: n. 401, pp. 304-305.
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, c)
Luci siete pur quelle
2.1: Adagio (Aria, sol minore, c)
Quante vuole io vi mirai
3.1: (Recitativo, c)
Ma folle in van ricerco
4.1: Vivace (Aria, re minore, c)
No, che non è bastante
Trascrizione del testo poeticoLuci, siete pur quelle
Ch'io non potea veder senza tormento
Come dunque non sento
L'usata pena in contemplarvi e come
Non vi trovo mortali ancor che belle
Come nel vostro giro
Cerco i dardi e le faci e non li miro.

Quante volte io vi mirai
Tante morti habbi a soffrir.
E pur sempre in voi cercai
Il piacer d'un tal morir.

Ma folle in van ricerco
Entro di voi ciò che vostro non era
Sì, sì, de’ dolor suoi
Fu l'alma mia l'Origine più vera
E l'incognita forza
Che il cor mi tiene oppresso
Vostra non fu, ma ve la diedi io stesso.

No, che non è bastante
A trionfar d'un petto una beltà.
Sol nasce in voi l'affetto
Perche il pensiero amante
Ogni vigor le dà.
 Document image © Bruxelles - Conservatoire Royal, Bibliot
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneB-Bc - Bruxelles - Conservatoire Royal, Bibliothèque
26180

   Scheda a cura di Teresa M. Gialdroni