Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 9154

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1700-1735
CompositoreMancini, Francesco (1672–1737)
TitoloTra le pene d'Amore
PresentazionePartitura
Pubblicazione[Napoli? : copia, 1700-1735]
Descrizione fisicaC. 174-177. Filigrana: non rilevata.
Titolo uniformeTra le pene d'Amore. Cantata, 1V,1str., S,bc
Repertori bibliograficiSBN: IT\ICCU\MSM\0081700
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, c)
Tra le pene d’Amore
2.1: (Aria, la minore, c)
Se tu sapessi o cara
3.1: (Recitativo, c)
Nel regno di Cupido
4.1: (Aria, la minore, c)
Beltà di questo core
Fa parte diCantate da camera (scheda n. 9058)
Trascrizione del testo poeticoTra le pene d’Amore
Pena non so trovar che sia maggiore
Di lontananza ria
Io che la provo io posso dir che sia.

Se tu sapessi o cara
La lontananza amara
Quanto mi fa patire
Ne piangeresti.
E s’al mio dir non credi
Credi al pallor che vedi
Al fiero mio languire
Ai dì molesti.

Nel regno di Cupido
Ove solo il piacer non ha costanza
Pena non v’è maggior di lontananza.

Beltà di questo core
Torna che tutto ardore
Pace non so trovar.
Del povero mio petto
Ch’acceso arde d’affetto
Ti muova il sospirar.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Nc - Napoli - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "San Pietro a Majella"
33.3.34 [olim Cantate 184] (24)

   Scheda a cura di Marco Cicchetti