Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 8677

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta,
TitoloSu le sponde latine Filli
PresentazionePartitura
PubblicazioneRoma : copia, [1690-1700]
Descrizione fisicaC. 53r-63v ; 81x216 mm. Filigrana: non rilevata.
Note generaliTitolo dall'incipit testuale.
Titolo uniformeSu le sponde latine Filli. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiCarboni-Gialdroni-Ziino: p. 130, n. 163
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Recitativo; S,bc)
Su le sponde latine Filli
2.1: (Aria, si bem. maggiore, 3/8-c; S,bc)
Con il dardo d'un ciglio
3.1: (Recitativo; S,bc)
Dimmi deh dimmi
4.1: (Aria cavata, 3/4; S,bc)
T'adoro, ti son servo
Fa parte diCantate da camera (scheda n. 8672)
Trascrizione del testo poeticoSu le sponde latine
Fille la bella
Con le luci divine
Arresta ogn’alma ancella
E al balenar di due care pupille
Arde in cenere i cori a mille a mille.

«Con il dardo d’un ciglio severo
Il crudo Arciero quest’alma piagò
E la fiamma del foco sincero
Nel mio sen s’impriggionò.

A quel strale ch’il sen mi ferì
Le sue tempre Cupido gli dié,
Di sanarmi pur spero, sì, sì,
Benché Amore mi nieghi mercè!

Dimmi, deh, dimmi pure,
Mia tiranna crudele,
Fugasti, è ver, dal tuo bel seno amore
Per mostrarti ver me tigre infedele
E pur così incostante
T’adoro, ti son servo e fido amante!».
 Document image Incipit
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Rli - Roma - Biblioteca dell'Accademia Nazionale dei Lincei e Corsiniana
Fondo Fondo Caetani - Ms.208.A.8(5)

   Scheda a cura di Ivano Bettin