Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 815

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1750-1800
CompositoreScarlatti, Alessandro (1660-1725)
Titolo[Fiamma che avvampa a incenerirmi il seno]
PresentazionePartitura
Pubblicazione[S.l. : , 1750-1800
Descrizione fisicaC. 29r-31v. Filigrana: non rilevata.
Note generaliLe c. 29r-30r di altra mano
Titolo uniformeFiamma ch'avvampa a incenerirmi il seno. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliografici
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, c)
Fiamma ch'avvampa a incenerirmi il seno
2.1: Lento (Aria, sol minore, c)
Alma mia, se amar conviene
3.1: (Recitativo, c)
Se per te Filli ingrata
4.1: Moderato (Aria, la minore, 3/4)
Se vuoi ch'io mora
Fa parte diCantate (scheda n. 745)
Trascrizione del testo poeticoFiamma ch’avvampa a incenerirmi il seno
Tal che s’indura a liquefarmi il core
Quella è dardo d’amore
E questo è di timor crudo veleno
Ardi e gela alma mia
Giacchè amor così vuol gelosia.

Alma mia s’amar conviene
Ama e soffri il tuo dolor
Gela o cor vivendo in pene
Già che adori ingrato un cor

Se per te Filli ingrata
Ardo d’amor nel foco
E se il mio core
Per te si strugge
Al gel di gelosia
Dell’alma e del mio cor dimmi che fia,
se vuoi ch’io t’ami e sai ch’amarti voglio
Sia ch’amor vuole amore
E se tu il sai perché non m’ami ancora:
Tu non rispondi, forse vuoi ch’io mora
Ah sì io ben t’intendo
Vuoi ch’arda e geli e mora un cor tacendo.

Se vuoi ch’io mora
Morrò contento
Se un solo istante
Da te mio bene
Potrò sperare
Dolce pietà.
La morte allora
Io non pavento
Se al core amante
Rende le pene
Soavi e care
La tua beltà.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Baf - Bologna - Archivio-Biblioteca dell'Accademia Filarmonica
Fondo FA1 - 1417.7

   Scheda a cura di Raffaele Deluca