Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 8065

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1690-1695
CompositoreMancini, Francesco (1672–1737)
CopistaAntelli, Giovanni (seconda metà XVII sec.)
TitoloDel Sig.r Mancini
PresentazionePartitura
PubblicazioneRoma : Copia di Giovanni Antelli, [1690-1695]
Descrizione fisicaC. 29-40 (olim c. 15r-20v). Filigrana: non rilevata.
Titolo uniformeLontananza ah sei pur fiera. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiRISM A II: 703002682
Wright-Mancini: n. 109
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Aria, la minore, c)
Lontananza ah sei pur fiera
2.1: (Recitativo, mi minore, c)
Dicea fra me l'ombre solinghe i fiori
3.1: (Aria, la minore, c)
Augelletto che canti e voli
4.1: (Aria, la minore, c)
Venticello che scherzi ogn'hora
Fa parte di21 Cantate (scheda n. 8036)
Trascrizione del testo poeticoLontananza ah sei pur fiera.
Ben crudele io ti pensai
Ma non mai
La tua pena appresi intera.

Dicea fra me l’ombre solinghe i fiori
Il zampillar dell’acque
Daran qualche conforto a miei dolori
Ma nulla più lungi il mio ben mi piacque
Lasso hor per me l’ombra il ruscello il fiore
Poiché lungi è il mio ben tutto è dolore.

Augelletto che canti e voli
Perché non consoli
L’afflitto mio cor.
Vai dicendo fra pari sventure
Affligge me pure
Quel crudo d’amor.

Venticello che scherzi ogn’ hora
Perché non ancora
Fai lieto il mio sen.
Dir t’ascolto con pari tormento
Anch’io mi lamento
Che lungi è il mio ben.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneB-Bc - Bruxelles - Conservatoire Royal, Bibliothèque
15323(3)

   Scheda a cura di Manuela dell’Olio