Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 7898

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta,
CompositoreBononcini, Giovanni (1670-1747)
TitoloN: 1 Duetto da Camera / à due Canti / Del Sig.r Giovanni Bononcini
PresentazionePartitura
Pubblicazionecopia
Descrizione fisicaC. 122-135 [olim 119-132]. Filigrana: non rilevata.
Note generaliSopra le righe: "Del Sig.r Gio: Bononcini".
Titolo uniformeChi d'Amor tra le catene. Duetto, 2V,1str., 2S,bc
Repertori bibliograficiRISM A II: 850019090
SBN: IT\ICCU\MSM\0081822
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Duetto, la minore, c 3/2)
Chi d'Amor trà le catene
2.1: (Duetto, fa maggiore, c)
Bella, sì, ma crudel
3.1: (Recitativo-arioso, re minore, c)
Ma dì perche con ingiuste querele
4.1: (Recitativo-arioso, la minore, c)
Leal dunque il tuo ben
5.1: Presto (Duetto, do maggiore, c)
Amor è quel bambin
6.1: (Recitativo, mi maggiore, c)
Ceda dunque ogni petto
6.2: Largo (Arioso, 3/2)
Non conosce piacer cor che non ama
Fa parte diCantate e Duetti (scheda n. 7872)
Trascrizione del testo poeticoChi d'Amor trà le catene
Per un giorno incauto il piè
Ne l'abisso delle pene
Sventurato all'or cadè.

Bella, sì, ma crudel,
Vago, sì, ma infedel,
Se ti lagni d'Amor
Ragion non hai.
Io sì che son fedel
Per un infido cor
Mi struggo in guai
Per un infido Cor.

Ma dì perche con ingiuste querele
Offendi un cor fedele
Oltraggi alma costante
Non ha il mondo di mè più fido Amante.

Leal dunque il tuo ben
Leal dunque il tuo sen
Con nuovi dolci modi
I biasimi d'amor cangisi in lodi.

Amor è quel bambin
Che contenti e piacer
Spargendo vola.
Col volto suo divina
Rasserena i pensier
L'alme consola.

Ceda dunque ogni petto
Ceda al nobile affetto
Di così dolce brama

Non conosce piacer cor che non ama.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Nc - Napoli - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "San Pietro a Majella"
33.4.30 (Cantate 38) (24)

   Scheda a cura di Berthold Over