Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 7466

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1700-1710
Autore incertoBononcini, Giovanni (1670-1747)
Autore incertoAstorga, baron Emanuele Gioacchino Cesare Rincon, d' (1680-1757)
TitoloCantata à Voce sola / Del Sig.r Gio: Bononcini
PresentazionePartitura
Pubblicazione[s. l. : copia, 18/i]
Descrizione fisicaC. 45-50v. Filigrana: non rilevata.
Note generaliSull'incerta attribuzione a Giovanni Bononcini o ad Astorga cfr. Bibliografia.
Titolo uniformeBrama d'esser amante. Cantata, 1V,1str, A,bc
Repertori bibliograficiSBN: IT\ICCU\MSM\0080544
BibliografiaLindgren: p. 172, n. 147. Ladd: p. 235, n. 21.
Descrizione analitica1.1: Largo (Aria, re maggiore, c; A,bc)
Brama d'esser amante
2.1: (Recitativo, c; A,bc)
Da un sospetto sì fiero
3.1: Andante (Aria, re maggiore, 3/8; A,bc)
Seguire il bel consiglio
Fa parte diComposizioni vocali da camera (scheda n. 7378)
Trascrizione del testo poeticoBrama d’esser amante il mio core
Ma il timore risolver nol fa
Né paventa s’ei resta piagato
Dallo strale del nume bendato
Che sanarsi mai più non potrà.

Da un sospetto sì fiero
Mentre agitata io peno
Sento che il mio pensier sì mi favella
Et ad amar m’invita
Se con dolce ferita
Il nume arcier giunge ad aprirti il petto
So che allor tu dirai
Che non provasti mai maggior diletto
Che non uccide amore allor che impiaga
Anzi dà vita a un core.

Seguire il bel consiglio
Del mio pensier vogl'io
E m’innamorerò
E se trafitto allora
Dall’arco di un bel ciglio
Amor vorrà ch’io mora
Contenta morirò.
 Document image 
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Nc - Napoli - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "San Pietro a Majella"
33.4.29 (olim Cantate 69) (11)

   Scheda a cura di Giulio Minniti