Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 7442

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoTesto per musica a stampa
DataData certa, 1727
Autore del testo per musicaRolli, Paolo Antonio (1687-1775)
TitoloCANTATA III.
PubblicazioneLondra : presso Tommaso Edlin, 1727
Descrizione fisicaP. 65-66. Filigrana: non rilevata.
Note generaliCantata posta in musica, tra gli altri, da Filippo Palma (v. scheda 1184)
Titolo uniformeHo fuggito amor anch'io. Cantata,
Repertori bibliografici
Bibliografia
Fa parte diDi Canzonette e di Cantate. Libri II (scheda n. 7415)
Trascrizione del testo poeticoO fuggito amore anch’io,
O' spezzato lacci suoi:
Ma che poi?
Son tornato in servitù.
E che pensi far, cor mio
I passati tuoi tormenti
Non rammenti?
No non li rammenti più.

La dolce Libertà tanto bramata
Ed al fin ricovrata
Or non ti aggrada più. folle mio Core?
Sai pur quanto periglio
Quante amarezze ad incontrar tu vai,
Povero Cor lo sai.
Dalle false speranze
Dalla tradita fede ancor non ai
Prova certa bastante?
Parla in van tu non rispondi: ahi sono amante.

Troppo è vezzosa
La Ninfa bella,
Troppo amorosa
Già t’invaghi:
Mio Cor sì sì.
Torna ad amare.
Di quelle vaghe
Pupille nere
Le dolci piaghe
Fuggir chi può:
Tu non puoi no,
Son troppo care.
 Document image 
PaeseGran Bretagna
LinguaItaliano
LocalizzazioneNL-DHk - Den Haag - Koninklijke Bibliotheek, Nationale Bibliotheek van Nederland
KW 756 B 3 (27)

   Scheda a cura di Giacomo Sciommeri