Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 7096

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData certa, 1831
CompositoreBononcini, Giovanni (1670-1747)
PossessorePisani, Pietro (1761-1837; Barone)
TitoloTutt'acceso d'amore d'affetto
PresentazionePartitura
Pubblicazione[S.l. : copia], 1831
Descrizione fisicaP. 33-40. Filigrana: non presente.
Note generaliPresente al principio del brano la scritta "Scarlatti": secondo Maccavino (p. 30), in base al confronto con Pis. 6, la composizione è da attribuirsi a Bononcini; alle pp. 34-39 si notano diversi interventi di mano posteriore a matita e ad inchiostro d'un tono diverso; a p. 37 è stata aggiunta la parola "sorte" al di sotto dell'ultimo pentagramma (vedi immagine).
Titolo uniformeTutt'acceso d'amore d'affetto. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiMaccavino-Pisani: pp. 30-31
Bibliografia
Descrizione analitica3.1: Affettuoso (Aria, sol minore, c3/8; S,bc)
S: Tutt'acceso d'amore d'affetto
%C-1$bB@c3/8 =10/8-''8D'8G!{''b6E6D}!ff/8C{'6B''6C}{6D'6A}/{6B6A}8G8-/
4.1: (Recitativo, c; S,bc)
S: Ti rimprovera Amore, Amore è quello
5.1: Adaggio [!] (Aria, sol minore, c; S,bc)
S: M'abbandono in poter de la doglia
Fa parte di25 cantate e 1 serenata (scheda n. 6642)
Trascrizione del testo poeticoTutt'acceso d'amore d'affetto
E' pur questo petto crudele per te.
E tu ingrata così l'abbandoni
Gl'involi e ridoni ad altri tua fé.

Ti rimprovera Amore, Amore è quello
Che con la lingua mia, coi miei sospiri
Di te si duol, spietata.
Mancasti pure a te, s'a me mancasti.
Questo riflesso basti
Per punir i tuoi falli
Mentre a un'anima grande
Non è poco tormento
Saper d'haver errato
Se poi qui mi rimango
La mia sorte il mio fato.

M'abbandono in poter de la doglia
Tutto in braccio mi lascio al dolor
E ancor resta soggetto al mio bene
Così con sue pene tradito il mio cor.
 Document image Incipit della cantata. In alto è riportato il nome di Scarlatti
 Document image p. 37
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-PLcon - Palermo - Conservatorio di Musica Vincenzo Bellini, Biblioteca
Fondo Pisani - Arm. I Pis. 2(3)

   Scheda a cura di Irene Scalia