Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 6410

Livello bibliograficoMonografia
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1700-1740
CompositoreMancini, Francesco (1672–1737)
TitoloCantata à Voce Sola / Del Sig:r Fran.co Mancini
PresentazionePartitura
Pubblicazione[Napoli : copista napoletano, 1700-1740]
Descrizione fisica1 partitura (6 c.) ; 210x277mm. Filigrana: Animaletto inscritto in un cerchio.
Titolo uniformeRiflettendo Sileno. Cantata, 1V,1str, A,bc
Repertori bibliograficiWright-Mancini
BibliografiaSirch-Passadore-Noseda.
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, sol maggiore, c; A,bc)
A: Riflettendo Sileno
%C-3$xF@c 4-'8GDG6GA8BB/-6BA8G6AB4AA/
2.1: (Aria, mi minore, c; A,bc)
Che mi giova amar costante
3.1: (Recitativo, sol maggiore, c; A,bc)
Lungi lungi da me pene tiranne
4.1: (Aria, sol maggiore, 12/8; A,bc)
Chi vuol vivere contento
Fa parte di13 cantate e 1 aria (scheda n. 6417)
Trascrizione del testo poeticoRiflettendo Sileno
All'angustie che suole
Dare ad un core amante
Il nume alato,
E scorgendo esser, ohimè,
Gene di affanni
Senza mai riposo,
Si risolse costante
Viver lieto e felice
E non amante.

Che mi giova amar* costante
E servir cruda beltà
Quando invece di ristoro
Non prov'altro che martoro
E rigor di crudeltà.

Lungi, lungi da me pene tiranne,
Bramo la libertade
Lontano dallo strale
Del mendace Cupido,
E già che sciolto son di sue catene
Voglio viver felice e non in pene.

Chi vuol vivere contento
lasci pur d'essere amante
che felice gioirà.

Che si spera da Cupido
ch'è un infido
se non pene e crudeltà.

*esser
 Document image 
Risorse di rete ITICCUMSM 9438
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Mc - Milano - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "Giuseppe Verdi"
Fondo Noseda - L.16.9.7

   Scheda a cura di Simona Di Martino