Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 6149

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1706-1710
CompositoreScarlatti, Alessandro (1660-1725)
TitoloCanta à voce Sola Del Sig.r Scarlatti
PresentazionePartitura
Pubblicazione[s.l. : copia, 1706-1710]
Descrizione fisicaC. 110r-113v. Filigrana: Filigrana costituita da lettere SP (Filigrana rilevata a c.: 110r.).
Note generaliIl tit. si ricava dall'intitolazione a c. 110r.
Titolo uniformeEurilla io parto a Dio. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiMaccavino-Pisani: p. 126
URFM
Hanley: pp. 223-224, n. 253
Rostirolla-Scarlatti: p. 424, n. 231
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, fa maggiore, c)
S: Eurilla io parto a Dio
2.1: (Aria, fa maggiore, 3/4)
S: Io ti lascio o bel crin d’oro
3.1: (Recitativo, c)
S: Ah se potessi o bella
Fa parte diCantate di diversi autori (scheda n. 6060)
Trascrizione del testo poeticoEurilla io parto a Dio
Sì mi costringe il fato
Ch’a te mi togli e altrui ti dona e come
Senza morir potrei
Mirar con gl’occhi miei
Te fatta d’altri oh Dio
Ch’il rimembrando appena
Rende più grave al cor l’aspra sua pena.

Io ti lascio o bel crin d’oro
Del mio cor soave laccio
Così vuole il mio dolor.
Troppo fiero è il mio martoro
Ma il vederti ad altro in braccio
Pur saria pena maggior.

Ah se potessi o bella
All’hor ch’il fato appresta
Quel hora sì funesta all’amor mio
Morir di doglia oh Dio
Non già lungi n’andrei
Ma lieto qui morrei
Avventuroso amante
In prova del mio amor fido e costante
Sì cara: e se mai fia
Ch’a riveder e io torni
Questo ciel queste mura
Dor ne fia ch’in pianto il cor più si distille.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-PLcon - Palermo - Conservatorio di Musica Vincenzo Bellini, Biblioteca
Fondo Pisani - Arm. I Pis.11 (21)

   Scheda a cura di Gianpaolo Russo