Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 6147

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1706-1710
CompositoreScarlatti, Alessandro (1660-1725)
TitoloCantata à voce Sola/ Del Sig.r Alessandro Scarlatti
PresentazionePartitura
Pubblicazione[s.l. : copia, 1706-1710]
Descrizione fisicaC. 102r-105v. Filigrana: Filigrana costituita da lettere SP (Filigrana rilevata a c.: 102r.).
Note generaliIl tit. si ricava dall'intitolazione a c. 102r.
Titolo uniformeBarbara ingrata Fille. Cantata, 1V,1str, A,bc
Repertori bibliograficiMaccavino-Pisani: p. 125
URFM
Hanley: pp. 123-127, n. 71
Rostirolla-Scarlatti: p. 401, n. 63
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, fa maggiore, c)
A: Barbara ingrata fille
2.1: (Aria, re minore, c)
A: Un cor, che per te more
3.1: (Recitativo, c)
A: Ah ben cruda sei tu
4.1: Andante (Aria, fa maggiore, c)
Nume arciero con dardo fatale
Fa parte diCantate di diversi autori (scheda n. 6060)
Trascrizione del testo poeticoBarbara ingrata Fille
E perché tanto sdegno e tanto orgoglio
Se non brama mio cor da tue pupille
Ch’un guardo solo a un innocente foglio.

Un Cor che per te more
Né chieder può mercè
Così crudel ti chiede
Almen qualche pietà.
Aita al suo dolore
Non vuol giamai da te
Ma brama alla sua fede
Men sdegno, e crudeltà.

Ah ben cruda sei tu mentre t’offende
La favella d’amore
Ogni fiera più cruda ed inumana
Agl’accenti d’amor d’amor s’accende
L’erbe gl’augelli i fiori la selva il rio
Al nome sol del faretrato Dio
Ardono dolce fiamma et hanno all’hora
Pietà della cagion che l’innamora
E tu, e tu sola senz’alma, e senza core
Senso non hai per l’amoroso ardore.

Nume arciero con dardo fatale
Apri il seno di Fille crudel.
Pur che senta pietà del mio male
Vengan pur le sventure
A dar morte al mio core fedel.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-PLcon - Palermo - Conservatorio di Musica Vincenzo Bellini, Biblioteca
Fondo Pisani - Arm. I Pis.11 (19)

   Scheda a cura di Gianpaolo Russo