Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 5516

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta,
CompositoreMancini, Francesco (1672–1737)
CompositoreSigismondo, Giuseppe (1739-1826)
TitoloCantata à voce sola / Del Sig.
PresentazionePartitura
Pubblicazione[S.l. : copia, 1741-1760]
Descrizione fisica1 partitura (cc. 81-84) ; 210x270mm. Filigrana: non rilevata.
Note generaliL'attribuzione della cantata a Mancini è cassata e sostituita da mano posteriore dal nome di Porpora; cantata contraddistinta dal "N. 9"; i fogli sono contrassegnati dalla cartulazione originale (cc. 31-34) corrispondenti a una cantata del primo tomo di Cantate diverse antiche della collezione di Giuseppe Sigismondo, acquisita dalla biblioteca alla sua morte.
Titolo uniformeTinte a note di sangue. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiSBN: IT\ICCU\MSM\0079629
Wright-Mancini: n. 183, p. 404
BibliografiaCafiero-Sigismondo: cantata identificata con il n. 485.
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, c)
Tinte a note di sangue
2.1: (Aria, si bem. maggiore, 3/4)
Tuo mi chiami e tuo non sono
3.1: (Recitativo, c)
Almen se d’altro amante
4.1: Largo (Aria, re minore, 12/8)
Se mi dirai cor mio
Fa parte diCantate e arie (scheda n. 5506)
Trascrizione del testo poeticoTinte a note di sangue
Queste cifre dolenti
Il tradito mio cor a te l’invia.
Leggi e sospira almen, anima mia,
Figlie son del mio pianto e del dolore;
Amor me le dettò, le scrisse il core.
Pensa quanto t’amai,
Pensa che mia non sei,
E piangi per pietà de' casi miei.

Tuo mi chiami e tuo non sono,
Mi tradisti e ti pedono
T’amai troppo e lo sai tu.
Mia ti voglio e mia non sei,
Più non piangi ai pianti miei,
Sai perché? Non m’ami più.

Almen se d’altro amante
Più ti lega un sospir che i miei tormenti,
Senti, tiranna, senti:
Allor che corri al nuovo amante in braccio
Pensa che quel non sono,
Pensa ch’è mio rival e ti perdono.
Ma che dissi? Sognai.
Siegui del tuo capriccio il voto altero
Ch’io già risolvo di cangiar pensiero.

Se mi dirai cor mio
Risponderò crudel, tiranna, ingrata
E ti dirò son io
A cui fosti infedel, vanne spietata.
 Document image 
Risorse di rete Internet Culturale. Digitalizzazione integrale
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Nc - Napoli - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "San Pietro a Majella"
34.6.25 (olim Cantate 44)(10)

   Scheda a cura di Giulia Giovani