Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 5180

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1700-1730
CompositoreMarcello, Benedetto Giacomo (1686-1739)
TitoloCantata 15a Del Sig. Benedetto marcelli
Edizionecopia
PresentazionePartitura
Pubblicazione
Descrizione fisicaC. 71r-74v (olim 67-70v). Filigrana: non rilevata.
Note generaliAlla carta 74r si ripetono i primi versi della prima aria, scritti in chiave di contralto e in tonalità di si magg. Il pezzo comunque risulta incompleto. Alla carta successiva, 74v, si trova un altro brano incompleto della cantata e precisamente dell'ultima aria, scritto nuovamente in chiave di soprano. La cantata si ripresenta completa alle carte successive, in chiave di contralto.
Titolo uniformeLontananza e gelosia. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiSBN: IT\ICCU\MSM\0080567
BibliografiaBizzarini-Marcello: pp. 209-210, A179.
Descrizione analitica1.1: Adagio (Aria, la maggiore, c; 1V,1str)
S: Lontanaza e gelosia son le pene
%C-1$xFC@c =3/2-4-8-''6.C3D/8E'E6-''F6.D'3B8xGA-6.B''3C/
2.1: (Aria, c; 1V,1str)
S: Mi sovvien che tal'ora
3.1: (Aria, la maggiore, 2/4; 1V,1str)
S: Crudel da me partì
Fa parte diComposizioni vocali profane (scheda n. 4089)
Trascrizione del testo poeticoLontananza e gelosia
Son le pene
Che mi tolgono ogni bene
Che m’affliggono così
Non ha pace l’alma mia
E infelice abbandonata
Pensa sempre a quell’ingrata
Che partendo la tradì.

Mi sovvien che tal’ora
Ella dirmi solea amami e spera
E mi ricordo ancora
Che tante e tante
Promise esser costante e mancò poi
Alle promesse ai giuramenti suoi
Fuggi dal mio pensiero
Penosa rimembranza
Dolor purtroppo fiero
Mi danno e gelosia e lontananza.

Crudel da me partì
E infida m’ingannò
Oh Dio sapete chi
Dorinda bella
Creduto avrei che pria
Mancasse il lume al sol
E pure per mio duol
Ora non è più mia
Non è più quella.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Nc - Napoli - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "San Pietro a Majella"
Cantate 23(12)

   Scheda a cura di Maria Concetta Picciotto