Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 5169

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1700-1730
CompositorePorpora, Nicola (1686-1768)
TitoloCantata 13.a / Porpora
Edizionecopia
PresentazionePartitura
Pubblicazione
Descrizione fisicaC.64r-66v (olim 59-61v). Filigrana: Tre mezzelune.
Titolo uniformeIn amor sarò costante. Cantata, 1V,1str, A,bc
Repertori bibliograficiSBN: IT\ICCU\MSM\0080565
Sutton: pp. 196-197, n. 49
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Aria, re minore, c; 1V,1str)
A: In amor sarò costante
%C-3$bB@c =2/4-8-'6.DF8.E6G8B&6AG?/&6FE?8D4-2-/ ~?
2.1: (Recitativo, c; 1V,1str)
A: Filen così crudel con chi t'adora?
3.1: (Aria, re minore, 3/8; 1V,1str)
A: Pene vo' finchè tu vuoi
Fa parte diComposizioni vocali profane (scheda n. 4089)
Trascrizione del testo poeticoIn amor sarò costante
Per aver Fileno amante
Sospirato mio tesoro
Il mirarlo m’è diletto
E per lui son tutt’affetto
Lui per me crudel martoro.

Filen così crudel con chi t’adora?
Ah che ti miro in volto
Barbaro disleal perfido core
Che dileggi infedel anche il mio amore
Non posso non amarti
Mi condanna così l’arcier bendato
Dover penar per quel tuo core ingrato
Ma tu infedel, oh Clori sventurata,
Doppo tanto penar l’hai disprezzata.

Pene vo’ finché tu vuoi
Per quegli occhi arcieri tuoi
Ma crudel tu mi vuoi stolta
Crudeltà già estingue amore
E di sasso avrò il mio core
Per odiarti anche sepolta.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Nc - Napoli - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "San Pietro a Majella"
Cantate 23(10)

   Scheda a cura di Maria Concetta Picciotto