Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 47

Livello bibliograficoMonografia
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1700-1710
CompositoreBononcini, Giovanni (1670-1747)
TitoloCantata à Voce Sola d'Incerto
PresentazionePartitura
Pubblicazione[Napoli : copia, 1700-1710]
Descrizione fisica1 partitura (5 c.) ; 285x190 mm. Filigrana: non rilevata.
Note generaliPer attribuzione a Giovanni Bononcini cfr. I-Mc, Noseda C-65/7, pp. 218-222; altra copia datata 1702 I-Nc, Cantate 69@19
Titolo uniformeQuando mai vermigli labbri. Cantata, 1V,1str, A,bc
Repertori bibliografici
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Aria, fa maggiore, 3/8)
Quando mai vermigli labbri
2.1: (Recitativo, c)
Nicea del foco mio
3.1: (Aria, fa maggiore, c)
E' poco a tanto foco
Trascrizione del testo poeticoQuando mai vermigli labri
Cesseran vostri cinabri
D'accrescermi in petto le fiamme d'amor.
E' soave il vostro foco
Ma distrugge a poco a poco
Senza posa e l'alma e'l cor.

Nicea del foco mio
Troppo ardente è la fiamma,
Amor l'accese e in un istante crebbe
Nelle viscere mie con tanta forza
Che a tolerarla il core
è come neve al sole.
E più s'accende, oh Dio
Per vederti languire all'amor mio.
Chieggio ad Amor che tempri in questo cor
Le faci e nuovo core
Al mio gioire appresti.
Perché il mio core amante
Per capir tanto ardor non è bastante.

E' poco a tanto foco,
Cupido un solo cor.
è nuova tirannia
Voler che l'alma mia
Per troppo gioia muoia,
Oh faretrato Amor.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Mc - Milano - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "Giuseppe Verdi"
Fondo Noseda - A.50.5

   Scheda a cura di Licia Sirch