Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 4582

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1700-1730
CompositoreLeo, Leonardo Ortensio Salvatore : di (1694-1744)
TitoloCantata 31.a / Cantata a voce sola di soprano del Sig.r Leonardo Leo
PresentazionePartitura
Pubblicazionecopia, 1700-1730
Descrizione fisicaC. 20r-23v (olim 146-149v). Filigrana: non rilevata.
Titolo uniformeQuell'usignuol che in quella pianta. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiSBN: IT\ICCU\MSM\0080557
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: larghetto (Aria, la maggiore, 3/8; 1V,1str)
S: Quell'usignuol che in quella pianta
%C-1$xFC@3/8 =11/'8AAA/4A+&3AxGAB?/''4C+&3C'B''CD?/
2.1: (Recitativo, c; 1V,1str)
S: Sì mi rimembra
3.1: Amoroso (Aria, la maggiore, 2/4; 1V,1str)
S: Pastorelle semplicette
Fa parte diComposizioni vocali profane (scheda n. 4089)
Trascrizione del testo poeticoQuell’usignuol che in quella pianta
Piangendo canta
L’antico duolo mi sveglia al cor
In sua favella ei par che dice
Ahi pastorella troppo infelice
Delusa a torto da un traditor,

Sì mi rimembra qualor tu spergiuro
Sovente a me dicevi appresso al fonte
O nella valle o al monte
Filli mia vita io giuro
Per gli occhi tuoi leggiadri e per la vaga
Bocca gentile in cui amor soggiorna
Che tu di questo core
Sei la dolcezza e il sospirato ardore
E soggiungevi poi dalle colombe
L’aquila tu fuggir prima vedrai
Ch’io cangi voglie mai
Pur le cangiaste al fine
Ingrato ingrato e i venti
Ne portan le promesse e i giuramenti.

Pastorelle semplicette
Alle dolci parolette
D’un amante lusinghiero
Non vi date no ch’è tutto inganno
Voi che Amor non conoscete
Non cedete al Menzogniero
Che sembra esser pietoso ed è tiranno.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Nc - Napoli - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "San Pietro a Majella"
Cantate 23(2)

   Scheda a cura di Maria Concetta Picciotto