Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 4464

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData certa, 1702
CompositoreMancini, Francesco (1672–1737)
TitoloCantata a voce sola / del sig. Fran:co Mancini / 1702
Edizione1702
PresentazionePartitura
PubblicazioneNapoli : Copia, 1702
Descrizione fisicaC. 1-8 (olim pp. 24-38). Filigrana: non rilevata.
Note generaliLa paginazione originale cancellata con un tratto di penna.
Titolo uniformeFra le pene tiranne. Cantata, 1V,1str., A,bc
Repertori bibliograficiSBN: IT\ICCU\MSM\0080672
Wright-Mancini: n. 88 p. 354
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, fa maggiore, c; A,bc)
Fra le pene tiranne
2.1: Andante (Aria, fa maggiore, 3/4; A,bc)
Quante pene fai provar a un fido core
3.1: (Recitativo, do maggiore, c; A,bc)
La speranza ch'un giorno torni l'Idolo amato
4.1: (Aria, fa maggiore, c/; A,bc)
Torna ò caro e mi consola
Fa parte diCantate da camera a voce sola (scheda n. 4630)
Trascrizione del testo poeticoFra le pene tiranne
Che ad un'alma influisce
Il faretrato Arciero
Il tormento più fiero
E' la prova fatal de la costanza
E' quel tempo crudel di lontananza.

Quante pene quante pene
Fai provar a un fido core
Tormentosa lontananza.
Chi sta lungi dal suo bene
Morirebbe di dolore
Se non fosse la speranza.

La speranza ch'un giorno
Torni l'idolo amato
Raddolcisce del seno
L'acerbissimo fato
Onde gioir non lacrimare io voglio
Ma l'aspettar quel giorno è un gran cordoglio.

Torna o caro e mi consola,
Troppo sola
Sta quest'alma senza te.
Torna o caro e mi consola.

Troppo è amaro ogni contento,
Non dà calma
Nel tormento la mia fè.
Troppo è amaro ogni contento.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Nc - Napoli - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "San Pietro a Majella"
Cantate 29 (1)

   Scheda a cura di Irene Pasqua