Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 427

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1700-1740
CompositoreMancini, Francesco (1672–1737)
TitoloMusica del Sig.r Franco Mancini
PresentazioneNon applicabile
Pubblicazione[Roma : copia, 1700-1740]
Descrizione fisica10 c. (105r-114v) ; 205x270 mm. Filigrana: in un cerchio (non ben identificabile).
Note generaliTit. dall'intitolazione a c. 105r; c. 114v vuota; la cantata è costituita da 2 fascicoli di 4 c. più un bifoglio, numerati da mano coeva (in alto a sinistra a c. 109r è scritto “2” e a c. 113r “3”); cartulazione coeva: 103-112
Titolo uniformeGià che teco io son mio bene. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiSBN: IT\ICCU\MSM\0045920
Wright-Mancini: n. 90
RISM A II: 850022373
URFM
Baini-Casanatense: c. 30v
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: Andante (Aria, re minore, c)
S: Già che teco io son mio bene
%C-1@c 2-4-8'AA/''D6'A''D8{8E6'A}''E8FE
2.1: (Recitativo, c)
S: Ferma il tuo corso o’ sole
3.1: Allegro (Aria, re minore, c)
S: Io ti vedo e pur nol credo
Fa parte diCantate e composizioni strumentali (scheda n. 350)
Trascrizione del testo poeticoGià che teco io son mio bene
Dal mio cor partite o pene
E lasciatemi godere.
Giunse pure il bel momento
Del bramato mio contento
Del soave mio piacer.

Ferma il tuo corso o’ sole,
Non far che così presto un sì bel giorno
In cui riveggio il mio Filen gradito
Resti senza il tuo lume.
Acciò per sempre duri il mio contento
E tu afflitta stavi, alma dolente,
Divisa dal tuo ben godi felice,
Né più de tuoi sospir s’ascolti il suono
Già che al idolo mio vicina io sono.

Io ti vedo e pur nol credo,
Mio diletto e dolce amor.
Pur ti stringo e par che fingo,
Tanta gioia io sento al cor.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Rc - Roma - Biblioteca Casanatense
Fondo Baini - Ms. 2248 (12)

   Scheda a cura di Giacomo Sciommeri