Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 339

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1710-1740
CompositoreScarlatti, Alessandro (1660-1725)
TitoloCantata / Del Sig.r Alessandro Scarlatti
PresentazionePartitura
Pubblicazione[Napoli : copia, 1710-1740]
Descrizione fisicaC. 72r-75r. Filigrana: Animaletto inscritto in un cerchio.
Titolo uniformeMitilde mio tesor. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiSBN: IT\ICCU\MSM\0092260
Hanley: 439
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, do maggiore, c)
S,bc: Mitilde mio tesor così veloce
%C-1@c 4-8-'GbBB-G/''CCbED'4bB6-bBAG/
2.1: (Aria, la minore, c)
S,bc: Tu ben sai l'amare stille
3.1: (Recitativo, do maggiore, c)
S,bc: Ma con chi parlo oh DIO! Chi ascolta i miei lamenti!
4.1: (Aria, sol minore, c)
S,bc: Selve ombrose piante annose
Fa parte diCantate (scheda n. 151)
Trascrizione del testo poeticoMitilde mio tesor così veloce
Dunque da me t’invola Il rio destino!
Ahi ch’a cader vicino
E' il fior dei miei contenti
Nel duol d’aspri tormenti
Tu solingo mi lasci
Qui dove in aspre balze
Alti dirupi miro
Ombrosa la campagna
Che spirando terror spavento, e morte
Minaccia al viver mio l’ultima sorte.

Tu ben sai l’amare stille
Che ver sai da questi lumi
Cara speme del mio cor
E mirasti le scintille
Che avvampando il petto mio
Mi fer vittima d’amor.

Ma con chi parlo, oh Dio!
Chi ascolta i miei lamenti
Ah che all’aure spietate ai sordi venti
Ai tronchi ai sassi all’insensate piante
Invan favella questo labro amante.

Selva ombrose, piante annose
Voi temprate il mio penar
Così almeno il mio seno
Tregua al duol potrà sperar.
 Document image 
Risorse di rete Immagini su Internet Culturale
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Nc - Napoli - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "San Pietro a Majella"
33.3.10(11)

   Scheda a cura di Antonio Caroccia