Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 2715

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1719
CompositoreVivaldi, Antonio (1678-1741)
DedicatarioAssia-Darmstadt, Filippo d' (1671-1736)
TitoloCantata Prima / in lode di S.A.S. Il S. Prencipe Filippo d'Armistath Govern.e di Man.a etc Del Vivaldi
PresentazionePartitura
Pubblicazione[s.l.] : autografo, [1719]
Descrizione fisica1 partitura ; cc. 41-52. Filigrana: non rilevata.
Note generaliA c. 52r indicazione "Fin"; la c. 52v non è notata.
Titolo uniformeQual in pioggia dorata i dolci rai. Cantata, 1V,6str, S,bc,cor1,cor2,vl1,vl2,vla
Repertori bibliograficiRyom-Verzeichnis: RV 686
Ryom-Foà: p. 67
Fragalà-Colturato: p. 154
BibliografiaVivaldi-RV686. Folena-Vivaldi. Talbot-Vivaldi: pp. 116-118. Dunham.
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, c)
Qual in pioggia dorata i dolci rai
2.1: (Aria, fa maggiore, c)
Ombre nere voi cedete
3.1: (Recitativo, c)
Così fia che baleni
4.1: Allegro (Aria, fa maggiore, 3/8)
Luce placida e serena
Fa parte diCantate Tomo I (scheda n. 2687)
Trascrizione del testo poeticoQual in pioggia dorata i dolci rai
Febo amico discioglie,
Tal tu, Signor, mentre sapienza accogli
Ad inaurare imprendi,
Se a prò di lei sua bella luce accendi.

Ombre nere voi cedete,
Vinte e liete,
In omaggio a' suoi fulgori.
Puro sol, saggio e clemente
Di sua mente
Fa brillarvi in isplendori.
Ombre nere voi cedete...

Così fia che baleni,
Del gran Felippo al guardo,
Di sapienza ogni più cupo averno.
E giorno sorga al nero
Che in lei vasto ne sorga alto sentiero.

Luce placida e serena
Il suo volto a noi spedì.
In un giorno sì sereno
Felice diverrà se chiaro il prendo
L'augusta mente.
Luce placida e serena...
Risorse di rete Internet culturale: digitalizzazione completa
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Tn - Torino - Biblioteca Nazionale Universitaria, sezione musicale
Fondo Foà - Foà 27(9)

   Scheda a cura di Giulia Giovani