Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 2413

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1710-1750
CompositoreGasparini, Francesco (1661-1727)
TitoloSignor Gasparini
PresentazioneNon applicabile
Pubblicazione[S.l. : copia, 1710-1750]
Descrizione fisicaC. 89v-91 ; 210x285 mm. Filigrana: non rilevata.
Note generaliTit. dall'intestazione a c. 89v; num. delle carte moderna (89-91); c. 92 vuota
Titolo uniformeL'amante Clori ben dir vorria. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiRISM A II: 850041005
Bini-Fondo Mario: p. 396
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Aria, si bem. maggiore, 6/8)
S: L'amante Clori ben dir vorria
%C-1$bBE@6/8 =8/4-8-4-8''F/4D8'B{8.''EFG}/4.F4-8F/
2.1: (Recitativo, c)
S: Clori tu forse credi
%C-1$bBE@c 4''D'A8-''EEE/4CC8-CD'A/BBAB''C'BGG/
3.1: (Aria, si bem. maggiore, 3/8)
S: Tu vorresti dir che peni
%C-1$bBE@3/8 =4/8-''DD/EF-/-'B''C/
Fa parte diComposizioni vocali da camera (scheda n. 2381)
Trascrizione del testo poeticoL'amante Clori ben dir vorria
Che lontananza, che gelosia
Gli rendon l’alma così infelice .
Ma poi si pente del suo pensiero
E vergognosa parlar non osa
Più non favella, più nulla dice.

Clori tu forse credi
Che sol tacendo un grand’amor si scopra
Ah t’inganni, non sai
Che l’amoroso foco
Quando si tace più, più sì di scosse
Che se il labro non parla il volto solo
Basta a coprir altrui l’intero duolo.

Tu vorresti dir che peni
Ma poi torto il labbro affreni
E non apri il tuo dolor.
Ma che giova il ricoprirlo
Ben potresti a me ridirlo
Già che senza che tu parli
Ben per te mel dice amor.
 Document image 
Risorse di rete Scheda e immagini sul sito della Bibliomediateca Accademia Nazionale Santa Cecilia
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Rama - Roma - Bibliomediateca Accademia Nazionale Santa Cecilia
Fondo Mario - A.Ms.3702 (30)

   Scheda a cura di Francesca Muccioli