Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 2158

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1690-1710
CompositoreScarlatti, Alessandro (1660-1725)
CopistaDella Torre, Giovanni
TitoloDel Sig. Scarlatti
PresentazioneNon applicabile
Pubblicazione[Roma : copia, 1690-1710]
Descrizione fisica6 c. ; 210x275 mm. Filigrana: Giglio inscritto in un cerchio doppio.
Note generaliTit. dall'intitolazione a c. 63r; num. delle pagine probabilmente coeva (125-136) e delle carte moderna a matita (63-68); c. 68v vuota; nella descrizione analitica 1.1, 3.1 e 6.1 sono in 6/4 mentre l'originale riporta 3/4; 7.1 è in 6/8 mentre l'originale riporta 3/8; per l'identificazione del copista cfr. Bibliografia
Titolo uniformeBalze alpestri e romite. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiSBN: IT\ICCU\MSM\0281841
BibliografiaSciommeri-Campobasso.
Descrizione analitica1.1: (Aria-refrain, mi minore, 6/4)
S: Balze alpestri e romite
%C-1$xF@6/4 4-'GE2.B+/4B''x.D{6xCD}4E'B-/-''xC'A2.G
2.1: (Recitativo, c)
S: Quelle aurette innocenti
%C-1$xF@c 8-6''CC8C6CC'4AA/4-''8C'A4F8F''bF
3.1: (Refrain, mi minore, 6/4)
S: Balze alpestri e romite
%C-1$xF@6/4 4-'GE2.B+/4B''x.D{6xCD}4E'B-/-''xC'A2.G
4.1: A tempo giusto (Aria, la minore, 3/4)
S: Del Tirreno che vi bagna
%C-1@3/4 =4/8'AB''CDE'E/4FE-/-''.C8'G
5.1: (Recitativo, c)
S: Ma che naufraggi pure
%C-1@c 4-8-''D4'A8xF6ED/''8CC-6CD8D6DD8'BB
6.1: (Refrain, mi minore, 6/4)
S: Balze alpestri e romite
%C-1$xF@6/4 4-'GE2.B+/4B''x.D{6xCD}4E'B-/-''xC'A2.G
7.1: Allegro (Aria, mi minore, 6/8)
S: In quel monte ch’è tutto verde
%C-1$xF@6/8 =3/8'E{''6ExD}8ExD'BB/E{''6ExD}{EF}8xD'B-/
Fa parte diCantate (scheda n. 481)
Trascrizione del testo poeticoBalze alpestri e romite
Boschi, valli, pendici a voi ritorno.

Quelle aurette innocenti,
Quel silentio giocondo
Ch’orrido altrui rasembra
V’invidia o colli il mio dolor profondo,
Se pur de’ miei lamenti
Il suono comparite,
Selve fra voi prefiggo il mio soggiorno.

Balze alpestri e romite
Boschi, valli, pendici a voi ritorno.

Del Tirreno che vi bagna
Non si lagna il vostro piè.
E il mio seno affligge tanto
L’onda via del mesto ciglio
Che nel mare del suo pianto
Sta in periglio la mia fé.

Ma che naufraggi pure
Il mio core aggitato,
Sveglino pur le pene
Un’eterna procella
Ch’ogni disastro ogni sventura è bella
Tra voi pioggie gradite,
Mi veggia il Dio del giorno.

Balze alpestri e romite
Boschi, valli, pendici a voi ritorno.

In quel monte ch’è tutto verde
Va raminga ma non si perde
La speranza di questo cor.
E su’l lido ch’è tutto orgoglio,
Resta a fronte d’infido scoglio
La costanza del mio dolor.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-CBp - Campobasso - Biblioteca Provinciale "Pasquale Albino"
Manoscritti Musicali 2 (10)

   Scheda a cura di Giacomo Sciommeri