Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 1717

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1750-1800
CompositoreScarlatti, Alessandro (1660-1725)
TitoloCantata à voce sole
PresentazionePartitura
Pubblicazione[S.l. : copia, 1750-1800]
Descrizione fisicaC. 66r-70r. Filigrana: non rilevata.
Titolo uniformeLontan dal suo tesor, da Clori bella. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiHanley: n. 391 p. 299
Bibliografia
Fa parte diCantate (scheda n. 838)
Trascrizione del testo poeticoLontan dal suo tesor da Clori bella
Sul margine d'un rio giacea assiso
Il pastore Daliso,
E all'onde chiare e i Zeffiretti alati
Che placidi scotean l'erbette, e i fiori
Palesava così fedele amante
Le pene, e'l duolo del suo amor costante:

Onde belle voi correte
Pure, e liete
Là nel sen del vasto mar.
Io lontan dal mio tesoro
Peno, e moro
Sempre intento a lagrimar

Nasce il dì, spunta il sole,
E rimirano sempre
Cader dagl'occhi miei di pianto un mare.
Cinta di nero ammanto
Appar la notte in cielo,
E per pietà del mio crudel martire
Accende mille faci a far che allora
Fugga l'ombra dal duol che mi divora.
Lusinghiera speranza, e rio timore
Distruggon del mio cor lo spirto amante
Ond'io tra vita, e morte in ogni istante
Moro temendo,e vivo ogn'or sperando,
Per veder la mia Clori, e non so quando.

Amor tu dimmi quando
Ritorna la mia bella
Per dare a questo cor ristoro, e vita.
Piangendo, e sospirando
L'alma con te favella,
E chiede al suo dolor sollievo, e aita
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Mc - Milano - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "Giuseppe Verdi"
Fondo Noseda - I.181.15

   Scheda a cura di Raffaele Deluca