Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 1593

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1700-1750
CompositoreHändel, Georg Friedrich (1685-1759)
TitoloLungi lungi da me pensier tiranno / Cantata seconda
PresentazionePartitura
Pubblicazione[S.l. : copia, 1700-1750]
Descrizione fisicaC. 5r-8r. Filigrana: non rilevata.
Titolo uniformeLungi lungi da me pensier tiranno. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiSBN: IT\ICCU\MSM\0082489
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, si bem. maggiore, c; S,bc)
Lungi lungi da me pensier tiranno
%@c %C-1$bBE@c8''D'G''G6DE4''C6-CED/8'BB
2.1: Allegro (Aria, si bem. maggiore, c; S,bc)
Fuggi da questo sen
3.1: (Recitativo, c)
Non sa il mio cor sincero
4.1: (Aria, si bem. maggiore, c3/8; S,bc)
Tirsi mio adorato nume
Fa parte diCantate (scheda n. 1589)
Trascrizione del testo poeticoLungi, lungi da me, pensier tiranno
Tu mi vorresti rendere infelice
Col farmi creder Tirsi traditore?
Ma sento, ch' il mio core
Mi dice, che non puote alma sì bella
Esser’ a me rubella
Dunque da questo sen fugga l'affanno
Lungi, Lungi da me, pensier tiranno.

Pensier crudele
se vuoi ch' io creda
ch'il mio bel Tirsi
sia ingannator
Fia ch' il mio amore
teco s’unisca,
poi lo bandisca
Da questo cor.

Ma se amor ciò contrasta e il cor ripugna
La sua virtù me l’vieta
E la sincerità del suo bel genio
Non vogliono ch'io creda
Che sia Tirsi un ingrato
Lungi dunque da me, pensier spietato.

Fuggi da questo sen
O barbaro pensier
Lasciami in pace.
Se ben m'adula Amor
Per te consente il cor
Perché gli piace.

Non sa il mio cor sincero
Creder d'error capace un alma grande
Dunque torna o pensiero
Co’ segni a funestar la mente oppressa,
E lascia a me la libertade intiera
Di creder Tirsi mio d'Alma sincera

Tirsi amato mio adorato mio Nume
Vieni, o caro, ritornami in sen.
Farfalletta son’ io, che le piume
ardo al lume del caro mio ben.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Nc - Napoli - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "San Pietro a Majella"
33.2.14(2)

   Scheda a cura di Miriam Loro