Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 1584

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData certa, 1708
CompositoreHändel, Georg Friedrich (1685-1759)
CopistaAngelini, Antonio Giuseppe
PossessoreRuspoli, Francesco Maria (1672-1731)
TitoloCantata Del s:re G. F. Hendel
PresentazionePartitura
PubblicazioneRoma : copia di Antonio Giuseppe Angelini, 1708
Descrizione fisicaC. 101-106v. Filigrana: non rilevata.
Note generaliHWV 153; v. fattura del copista Angelini del 9 Agosto 1708.
Titolo uniformeQuando sperasti, o core. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiRISM A II: 451019248
BibliografiaKirkendale-Ruspoli 1: Doc. 24.
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, sol minore, c)
Quando sperasti, ò core
2.1: Andante (Aria, sol minore, 12/8)
Non brilla tanto il fior
3.1: (Recitativo, c)
Gode, festeggia e ride
4.1: Allegro (Aria, sol minore, c)
Voglio dart'a mille a mille
Fa parte diCantate da camera a voce sola (scheda n. 1544)
Trascrizione del testo poeticoQuando sperasti, ò core,
Così dolce alimento
Al tuo fiero tormento, al tuo dolore:
Torna Filli e ritorna
La cara pace all'alma
E da tempeste il sen torna a la calma.

Non brilla tanto il fior,
Quando che riede il sol
A darle vita.
Quanto che gode il cor,
Se riede a torgli il duol
Fille gradita.

Gode, festeggia e ride
Tortorella, che vede
Tutto amor, tutta fede
Tornar la cara sua compagna al nido.
E gionta a quella intorno
Con mille baci e vezzi
Lieta vola e s'aggira.
E se pria per dolore
sospirò, per piacer dopo sospira.
Così a Filli, se torna,
Vuò a labbri vivaci
Stemprar l'anima in baci
E il suo volto adorato
Voglio incensar de miei sospir col fiato.

Voglio dart'a mille a mille
Dolci baci, ò cara Fille,
Per che servan di catene
A restar sempre con me.
E vuò farti a cento a cento
Tali vezzi in un momento,
Che soffrir dovrai ben/le pene,
Se lontan ne porti il piè.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneD-MÜs - Münster - Santini-Bibliothek (in D-MUp)
Sant.Hs.1898(15)

   Scheda a cura di Berthold Over