Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 1575

Livello bibliograficoMonografia
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1707-1708
CompositoreHändel, Georg Friedrich (1685-1759)
PossessoreRuspoli, Francesco Maria (1672-1731)
TitoloHendel
PresentazionePartitura
PubblicazioneRoma : copia, (1708?)
Descrizione fisicaC. 47-48v. Filigrana: non rilevata.
Note generaliHWV 169. La copia è stata realizzata da un copista di Alessandro Scarlatti.
Titolo uniformeTorna il core al suo diletto. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiRISM A II: 451019239
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Aria, la maggiore, c)
Torna il core al suo diletto
2.1: (Recitativo, c)
Volsi appena le piante
3.1: Andante (Aria, fa diesis minore, c)
Mai più da te, mio ben
Fa parte diCantate da camera a voce sola (scheda n. 1544)
Trascrizione del testo poeticoTorna il core al suo diletto,
Mentre torna a te, mio ben.
Dalli, ò cara, quel ricetto,
Che ti chiede nel tuo sen.

Volsi appena le piante
Da te, Clori adorata,
Che fuggì dal mio petto
La gioia in un istante e ad ogni passo.
Sentia dolente e lasso
Una fiera trafitto,
Un gelido rigor, un foco rio,
Onde ardendo e gelando
Il piagato cor mio
Già languendo cedea al crudo affanno.
Or sì, vado disciolto
Da i martir, che provai.
Se vagheggio i tuoi rai
E il lume in lor, ch'è nelle stelle accolto,
Or sì, che se stemprai qual Aurora
Le luci in pianti amari,
Vicini ho del mo sole
Per succhiar quelle stille i raggi chiari.

Mai più da te, mio ben,
Andrà lontano il cor.
Unito nel tuo sen
L'avrai, finché vivrà,
E unito in te starà
Dopo la morte ancor.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneD-MÜs - Münster - Santini-Bibliothek (in D-MUp)
Sant.Hs.1898(6)

   Scheda a cura di Berthold Over