Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 1567

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1705-1715
TitoloCantata IX.
PresentazionePartitura
PubblicazioneVenezia : copia del copista veneziano Antonio Passarini, (1705-1715)
Descrizione fisica1 partitura. Filigrana: Tre mezzelune.
Note generaliIl manoscritto proviene dalla collezione musicale dell'elettrice Therese Kunigunde di Baviera (nota "T.C." = Thérèse Cunégonde o altro sulla prima pagina musicale), esiliata a Venezia dal 1705 al 1715.
Titolo uniformeA piè di salse sponde. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliografici
BibliografiaOver.
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, sol minore, c)
A piè di salse sponde
2.1: A tempo giusto (Aria, re minore, c)
Del mar nelle riviere
3.1: (Recitativo, mi maggiore, c)
Così poni in oblio
4.1: (Aria, sol minore, 3/4)
Mai dalla tua beltà
Fa parte diCantate da camera a voce sola (scheda n. 1258)
Trascrizione del testo poeticoA piè di salse sponde
Assiso nell’Arena
Languendo in dura pena
Col pianto suo Filen l’onde accrescea.
Della mia lontananza, egli dicea,
Sei la cagione, Irene,
E pur maggior lontano Amor diviene.

Del mar nelle riviere
Stretto da lacci d’oro
Di chiome lusinghiere
Sospiro il ben, che adoro.
E per due luci altere
Io soffro un tal martoro
E pur han sol piacere,
S’io manco, peno e moro.

Così poni in oblio,
quanto mi disse il labbro tuo dal dì,
Ch’il mio cor ti ferì, bendato dio.
Sì nel piacer dicesti:
Io per te moro
Et io moro trà pene
Lontan da te, mio bene.
Ne pur dicevo (!) in solitario lido
Da quel tuo core infido alcun ristoro.

Mai dalla tua beltà
Sperai tal crudeltà,
Ingrata Irene.
Credei d’haver almeno
Pietà dal tuo bel seno
E non mai pene.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneD-Mbs - Muenchen - Bayerische Staatsbibliothek
Mus.ms.3189(9)

   Scheda a cura di Berthold Over