Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 1288

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1690-1740
TitoloQualora il plettro risonar mi piace
PresentazioneNon applicabile
Pubblicazione[Roma : copia, 1690-1740]
Descrizione fisica4 c. ; 215x285 mm. Filigrana: non rilevata.
Note generaliFascicolo sciolto; numerazione delle pagine moderna (30-35); tit. dall'intitolazione a p. 30; a c. 1r è presente la conclusione della cantata Ardea Dorillo et era (v. scheda 1287); a c. 4v incipit di Cerco invan tra tanti fiori (v. scheda 1289)
Titolo uniformeQualora il plettro risonar mi piace. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliografici
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Recitativo, c)
S: Qualora il plettro risonar mi piace
%C-1$bBE@c 8-''D'BB-''D'B/BBB6''CD4'AA/8-6AB''8C6C'B4GG
2.1: Adagio (Aria, sol minore, 3/4)
S: Nulla giova al canto mio
3.1: (Recitativo, c)
S: O miro il bel tesoro
4.1: (Aria, sol minore, c)
S: Vaghe luci caro volto
Fa parte diMusica Diversa Autori (scheda n. 1274)
Trascrizione del testo poeticoQualora il plettro risonar mi piace,
Con accenti canori
Resta immota la mano il labro tace
Se non canto di Clori.
Ella sola dà motto alla mia lira,
Ella m’accende et ella i carmi ispira.

Nulla giova al canto mio
D’invocar Euterpe o Clio,
Se di Clori non raggiono.
Sol per questo il biondo nume,
Fa’ che spieghi al ciel le piume
E comparte ogni suo dono.

O miro il bel tesoro
Del suo labro vermiglio,
O il crin di fulgid’oro,
O il volto ove s’unì la rosa al giglio.
Ogni suo pregio e vanto
Suol può dar degna materia al canto.

Vaghe luci caro volto
Ove accolto
Ogni pregio ogni tesor,
Se dal canto uniti siete
Voi sarete
Sola brama del mio cor.
 Document image 
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Mc - Milano - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "Giuseppe Verdi"
Fondo Noseda - E.60.1-9 (14)

   Scheda a cura di Giacomo Sciommeri