Logo Clori Logo Clori Logo SIdM

Scheda numero 119

Livello bibliograficoSpoglio
Tipo documentoMusica manoscritta
DataData incerta, 1730-1750
CompositoreScarlatti, Alessandro (1660-1725)
PossessoreSigismondo, Giuseppe (1739-1826)
TitoloCantata a voce sola / del Sig.r Cav.r Scarlatti
PresentazionePartitura
Pubblicazione[Napoli : copia, 1730-1750]
Descrizione fisicaC. 17r-20v. Filigrana: non rilevata.
Note generaliIl tit. si ricava dall'intitolazione a c. 17r
Titolo uniformeIl cor che vive oppresso. Cantata, 1V,1str, S,bc
Repertori bibliograficiHanley: 312
SBN: IT\ICCU\MSM\0092444
Bibliografia
Descrizione analitica1.1: (Aria, do minore, 12/8)
Il cor che vive oppresso
%C-1@12/8 4-8-8-8-''8C''4nB''8C4D{6''D''C'B'AG}8''A/
2.1: (Recitativo, fa maggiore, c)
Già cinta è l'alma mia
3.1: (Aria, do minore, 2/2)
Voglio morir costante per voi
Fa parte diCantate (scheda n. 62)
Trascrizione del testo poeticoIl cor che vive oppresso
arde, e non gli e permesso
La fiamma di scoprir
E questo ardor che sento
Par che non sia tormento
E pure è un gran martir.

Già cinta è l'alma mia
Di catene sì forte
Che scioglier si potrà sol con la morte
Catene che mi son care, e soavi
E pur son pene
Bacio quelle ritorte
Che m'han l'anima avvinta
Poiché l'anima mia so ch'è Lucinta
E se già cinta mai sta che si sciolga
Ch'essa preggio di morte è il cangiar voglia

Voglio morir costante
Per voi pupille care
Del vago mio tesor
Né fia ch'altro sembiante
Mai possa in me cangiare
La fiamma del mio cor.
 Document image 
Risorse di rete Immagini su Internet Culturale
PaeseItalia
LinguaItaliano
LocalizzazioneI-Nc - Napoli - Biblioteca del Conservatorio Statale di Musica "San Pietro a Majella"
34.5.8(3)

   Scheda a cura di Antonio Caroccia